La famiglia Damiani annuncia l’acquisizione di Venini S.p.A.

Email to someoneShare on FacebookTweet about this on Twitter

Milano, 20 gennaio 2016 – La famiglia Damiani annuncia di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione della quota di maggioranza del capitale sociale di Venini, azienda nata nel 1921 che con i suoi 95 anni di storia è sinonimo di made in Italy nelle lavorazioni artistiche del vetro. Fin dalla fondazione è stata protagonista del distretto produttivo di Murano, contribuendo al rinnovamento e, soprattutto, alla riqualificazione di un’attività plurisecolare qual è quella vetraria.

L’avvocato milanese Paolo Venini, fondatore dell’azienda, si è distinto fin da subito per la sua capacità di attirare artisti, architetti e designer di talento. Durante la sua storia Venini ha collaborato con i migliori architetti e designer mondiali come Tomaso Buzzi, il pluripremiato Tobia Scarpa e suo padre Carlo Scarpa, la ceramista svedese Tyra Lundgren, i fratelli Fernando e Humberto Campana il pittore e stilista americano Ken Scott, Fulvio Bianconi, il designer e scultore finlandese Tapio Wirkkala e, ancora, Alessandro Mendini, il giapponese Tadao Ando, Gio Ponti, Gae Aulenti, Ettore Sottsass e Massimiliano Fuksas.

Venini Spa conta attualmente circa 80 dipendenti ed è distribuita in vari paesi in tutto il mondo, specialmente in Europa, in Asia e nel Nord America.
Il museo Venini espone 45.000 disegni, 6000 foto d’epoca e 4000 opere d’arte.
Le opere di Venini, uniche per importanza nell’arte vetraria, sono presenti in molti libri e sono esposte nei musei d’arte di tutto il mondo tra cui la Fondazione Cartier di Parigi, il Victoria and Albert Museum di Londra, il Metropolitan Museum e il MOMA di New York e la Triennale di Milano.
Nel negozio di Venini di Piazza San Marco a Venezia e all’interno della fornace di Murano sono state girate alcune scene del film 007 Moonraker del 1979.

“Venini – ha commentato Guido Damiani, Presidente del Gruppo Damiani – è una realtà unica al mondo che vanta una tradizione di eccellenza, creatività, artigianalità made in Italy e unicità. Questi sono i valori chiave che da sempre guidano la società unitamente ad una profonda passione per l’arte. Sin dalla nascita Venini ha potuto contare sulla disponibilità in loco di un know-how esclusivo e antico qual è quello di Murano.
Sono gli stessi punti di forza che da sempre caratterizzano il gruppo Damiani e la famiglia, uniti alla profonda passione per un’arte, quella orafa, che si tramanda di padre in figlio”.

Giancarlo Chimento Presidente e socio di Venini ha dichiarato: “La famiglia Damiani è il partner giusto: i valori comuni, la conoscenza del mondo del lusso e l’essere ambasciatore della migliore tradizione orafa made in Italy nel mondo garantiranno un sicuro sviluppo e una crescita della società anche a livello internazionale”.

Le famiglia Chimento e Tabacchi, che avevano acquisito l’azienda nel 2001, rimarranno nella compagine azionaria con il 40% e la famiglia Chimento continuerà a svolgere un proprio ruolo operativo nella gestione della società coadiuvando Damiani nelle nuove strategie di crescita.
Nell’operazione, Venini Holding e Giancarlo Chimento per conto del Socio unico, si sono avvalsi della consulenza legale dell’avv. Susanna Rizzieri dello Studio Legale Rizzieri di Padova e dell’advisor dott. Bruno Savio dello Studio Savio & Partners di Vicenza, assieme alla divisione M&A di UBI.
Damiani è stata assistita nell’operazione dal Dott. Giancarlo Malerba e dall’Avv. Giancarlo Cortese dello Studio Biscozzi Nobili di Milano.

L’acquisizione si inserisce nella strategia dei fratelli Damiani di investire e sviluppare brand di lusso e storici, come Damiani, Salvini, Rocca, Calderoni e Pomellato

DAMIANI
Fondata a Valenza nel 1924, Damiani è oggi guidata dalla terza generazione, i fratelli Guido, Presidente, Silvia e Giorgio Damiani entrambi Vice Presidenti. Damiani è l’unico brand internazionale che disegna e produce gioielli fin dagli esordi ed è uno dei pochissimi marchi internazionali ad essere ancora gestito dai discendenti diretti del fondatore. Il marchio è attento interprete di un patrimonio storico che propone nel pieno rispetto della tradizione: ogni gioiello Damiani è il risultato di un lavoro creativo accurato, di un design esclusivo, di una grande attenzione ai dettagli, alla qualità delle gemme e alla precisione della manifattura artigianale. Ancora oggi i gioielli sono realizzati a mano, uno a uno, in Italia.
Damiani è leader nel mercato italiano della produzione e commercializzazione di gioielli e di orologi di alta gamma ed è presente in Italia e nel mondo con boutiques monomarca, situate nelle migliori vie del lusso oltre ad una distribuzione selettiva presso i più importanti department stores e negozi multimarca. Nei suoi 91 anni di storia, Damiani è stata pluripremiata ed è l’unica azienda orafa al mondo ad avere vinto ben 18 Diamond International Awards, l’Oscar internazionale della gioielleria, oltre a moltissimi altri premi nel campo del design, dell’imprenditoria e della comunicazione. Una conferma di quanto Damiani sia apprezzata in tutto il mondo per lo stile, il design e l’artigianalità manifatturiera tutta italiana delle sue creazioni. I gioielli Damiani sono la prima scelta di numerose star e attrici e moltissime celebrities hanno indossato Damiani: Sharon Stone, Jennifer Aniston, Isabella Rossellini, Brad Pitt, Gwyneth Paltrow, Sophia Loren solo per citarne alcune. Molte celebrities hanno vinto l’Oscar indossando Damiani come: Tilda Swinton, Paolo Sorrentino e Milena Canonero.

VENINI
Venini è la più grande Fornace artigianale di Murano con, 13 forni accesi 24 ore al giorno per 11 mesi all’anno, 18 apparecchi per molatura, 500 tonnellate di sabbia silicea lavorata all’anno.
Tradizione, maestria, sapere artigiano e collaborazioni illustri fanno di VENINI un’eccellenza tutta italiana.
Fondata a Venezia da Paolo Venini e Giacomo Capellin nel 1921, l’Azienda è presto diventata un punto di riferimento nel panorama del vetro d’artista grazie anche alle collaborazioni con artisti e progettisti di livello internazionale che hanno sperimentato ed esplorato tutte le possibilità del vetro. L’identità stilistica che ancora oggi contraddistingue l’azienda è definita dalla reinterpretazione degli schemi tradizionali, dall’apertura verso le avanguardie artistiche e dalla padronanza delle tecniche di lavorazione grazie all’apporto dei migliori maestri vetrai dell’isola di Murano
Durante la sua storia Venini ha collaborato con i migliori architetti e designer mondiali come Tomaso Buzzi, il pluripremiato Tobia Scarpa e suo padre Carlo Scarpa, la ceramista svedese Tyra Lundgren, i fratelli Fernando e Humberto Campana il pittore e stilista americano Ken Scott, Fulvio Bianconi, il designer e scultore finlandese Tapio Wirkkala e, ancora, Alessandro Mendini, il giapponese Tadao Ando, Gio Ponti, Gae Aulenti ed Ettore Sottsass. Venini è presente in Italia con un negozio monomarca nel quadrilatero di Milano, uno a Venezia, uno a Murano e nel mondo con diversi corner.