Napoleone Martinuzzi

Scultore, designer e imprenditore del settore vetrario, studia all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Prediletto da D’Annunzio dal 1917 esegue per questo diverse opere. Dal 1922 al 1931 dirige il Museo Vetrario di Murano. Lavora per la Succ. Andrea Rioda e fonda con Paolo Venini e Francesco Zecchin la Vetri Soffiati Muranesi Venini & C. di cui è il direttore artistico. Dopo un periodo iniziale in cui porta avanti i concetti artistici del suo predecessore Vittorio Zecchin creando bellissimi pezzi in vetro soffiato, elabora un proprio stile derivandolo dalla propria esperienza come scultore. Nel 1932 lascia la Venini e fonda la Zecchin-Martinuzzi Vetri Artistici e Mosaici con Francesco Zecchin, per cui realizza vetri raffinati, opachi e pulegosi di notevole effetto plastico.