Mario Bellini

Mario Bellini si laurea nel 1959 al Politecnico di Milano.
Nel 1963 collabora per Olivetti e progetta una serie di macchine da scrivere e calcolatrici ( Lettera35, Tes401, ET III, Divisumma18 ). Dal 1962 al 1965 insegna all’Istituto di disegno Industriale di Venezia. Progetta mobili, apparecchi domestici, apparecchi per audizione, sistemi hi-fi, lampade e molti altri oggetti.
Architetto e designer di fama internazionale, viene premiato 8 volte con il Compasso d’Oro ed insignito di riconoscimenti internazionali, tra cui la Medaglia d’oro assegnata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi per la diffusione del design e dell’architettura nel mondo (2004) e la Medaglia d’oro di Benemerenza Civica del Comune di Milano (Ambrogino d’Oro, 2011).
Ha tenuto conferenze nei più importanti centri culturali del mondo ed è anche stato direttore di Domus. È presente con 25 opere nella collezione permanente del Museum of Modern Art di New York che nel 1987 gli ha dedicato una retrospettiva personale.
Numerosi gli allestimenti di mostre in Italia e all’estero.
Inizia la collaborazione con Venini nel 1992. e disegna la collezione Sogni Infranti e Uragano. Al Salone del mobile 2102 ha presentato i nuovi vasi, piatti e coppe: Chimera e Canneti.