Pezzati

Fulvio Bianconi

1950

Vetri soffiati e lavorati a mano con Tessere policrome.

Colore: ACQUAMARE/PAGLIESCO/AMBRA/NERO

1: 704.10 ø cm 16 h cm 23,5 (6,29”- 9,25”)

2: 704.11 con punta ø cm 16 h cm 20 (6,29” - 7,87”)

Tecnica di lavorazione: Tessere

Autore

Fulvio Bianconi

Stabilitosi a Milano, collabora come grafico e illustratore con le case editrici Mondadori, Bombiani, Garzanti e affresca i negozi Galtrucco e i padiglioni della Fiera Campionaria. Nel 1946 si reca ripetutamente a Murano per documentarsi meglio sull’arte vetraria. Qui incontra Paolo Venini che intuendo lo spirito creativo del giovane Bianconi lo invita a collaborare nella sua vetreria.
Dalla collaborazione con Venini sono nate le Figure della Commedia dell’Arte, i Tiepolo, il Fazzoletto, le Sirene, i Pezzati e molti altri.
Nuove tecniche di lavorazione dell’arte vetraria e rielaborazioni di quelle antiche sono state oggetto della ricerca creativa di Fulvio Bianconi.
Plasmando nei suoi vetri movimento e colore, Bianconi determina così un legame con la storia muranese di grande modernità.

Vedi tutti i prodotti di Fulvio Bianconi

Tecnica

Tessere

È una tecnica relativamente semplice ma di grande effetto decorativo. Sviluppata all’inizio degli anni cinquanta. La lavorazione si esegue in tempi diversi: prima sono realizzate delle sottili fasce di vetro colorato quindi a freddo sono ricavate delle piccole parti poi nuovamente riscaldate formando così il
vaso vero e proprio.