Dèco

Napoleone Martinuzzi

1930

“ Napoleone Martinuzzi (1892 – 1977) è stato uno dei più importanti innovatori nell’arte vetraria di Murano e direttore artistico della Venini dal 1925 al 1931.
Molte sono le nuove tecniche vetrarie applicate nelle sue creazioni che comprendono sculture, lampade e oggetti da collezione, che portano inequivocabilmente il suo segno distintivo.”
Bamboo, Rosso, Talpa, Lattimo, Verde Mela, Orizzonte, Acquamare

* 707.08 Corallo, Lattimo

Colore: Bamboo, Rosso, Talpa, Lattimo, Verde Mela, Orizzonte, Acquamare

1: 707.08 Ø cm 17 H cm 18 Corallo, Lattimo

2: 707.10 Ø cm 26 H cm 29

Tecnica di lavorazione: Opalini

Autore

Napoleone Martinuzzi

Frequenta l’Accademia di Belle Arti a Venezia dove esordisce ne 1908 a Ca’ Pesaro con sculture e lavori a sbalzo. Nel 1910 si trasferisce a Roma. Nel 1914 è presente con le sue opere alla II Esposizione Internazionale della Secessione. Partecipa a numerose esposizioni collettive tra il 1917 e 1922. Negli anni Venti si dedica al vetro sperimentando nuove tecniche. Dirige il Museo del Vetro di Murano dal 1922 al 1931.

Vedi tutti i prodotti di Napoleone Martinuzzi

Tecnica

Opalini

Il lattimo è un vetro bianco opaco, inventato a Murano intorno alla metà del XV secolo allo scopo di imitare le prime porcellane di gran moda in Europa. Si ottiene sovrapponendo “incamiciando” il
vetro lattimo con un vetro o più vetri sottili trasparenti e colorati, ottenendo splendidi oggetti dai colori intensi e accesi. Per impreziosire vetri dai colori tenui sono incluse su tutta la superficie foglie d’oro e d’argento ottenendo splendidi oggetti “Aurati”.