Battuti – Canoa

Ludovico Diaz de Santillana, Tobia Scarpa

1962

EDIZIONE NUMERATA PER ANNO

Colore: ALESSANDRITE - CRISTALLO - ACQUAMARE

1: 516.01 Ø cm 17 H cm 32

2: 516.12 Ø cm 37 H cm 15

3: 516.13 Ø cm 35 H cm 45

4: 516.14 Canoa l. cm 60 x 12 h cm 6

Tecnica di lavorazione: Battuti

Codice: 516

Autore

Ludovico Diaz de Santillana

Si laurea in architettura a Venezia dedicandosi alla docenza universitaria.
Sposa Anna Venini figlia di Paolo e assume la direzione della Venini & C. dalla morte del titolare al 1985 quando con le stesse mansioni passa alla EOS per la quale disegna importanti collezioni.
Ludovico de Santillana diede grande espansione al vetro nell’architettura ed aprì ai giovani americani le fornaci Venini ed i segreti di Murano, con un delicato equilibrio tra artigianato d’arte, design ed industria.

Vedi tutti i prodotti di Ludovico Diaz de Santillana

Tobia Scarpa

Si è laureato presso la Facoltà di Architettura di Venezia nel 1969.
Da allora ha lavorato sia nel campo del design che in quello dell’architettura e del restauro realizzando, in collaborazione con Afra Bianchin, numerose opere significative. Sempre con Afra Bianchin inizia a lavorare nel campo del vetro collaborando con Venini nel 1958.
Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti e alcune delle sue opere sono esposte nei più importanti musei del mondo. Dal 2000 insegna alla facoltà di disegno industriale ClaDIS di Venezia.

Vedi tutti i prodotti di Tobia Scarpa

Tecnica

Battuti

Verso la fine degli anni trenta ha inizio la realizzazione delle prime tecniche in cui è determinante l’apporto decorativo. Il vetro battuto è caratterizzato da una superficie molata in modo da realizzare innumerevoli piccoli segni irregolari adiacenti e paralleli.